viernes, 19 de mayo de 2017

salvo con nome


Salvo con nome
a cura di Pietro Meletti 
20 maggio - 10 giugno

martes, 1 de diciembre de 2015

Cuentos de papel

racconti di carta più o meno recenti


jueves, 17 de septiembre de 2015

Group Psychology


Group Psychology
(and the analysis of the ego)


Gigi Scaria
Giovanni Lanzoni
Romina Bassu 

18 settembre – 31 ottobre 2015

“Nella vita psichica del singolo l'altro é regolarmente presente come modello, come oggetto, come soccorritore, come nemico, e pertanto, in questa accezione più ampia ma indiscutibilmente legittima, la psicologia individuale é anche, fin dall'inizio, psicologia sociale" Sigmund Freud, 1921.



miércoles, 5 de agosto de 2015

Sovrimpressioni








SOVRIMPRESSIONI
a cura di Luca Maggio e Chiara Fuschini


Silvia Chiarini
Giovanni Lanzoni
Simone Luschi


Inaugurazione Sabato 30 Maggio ore 18.00
Galleria Ninapì via Pascoli 31 Ravenna
Dal 31 Maggio al 20 Giugno

“Un gioco con problemi seri; questa è l’arte.”   Kurt Schwitters    

jueves, 28 de agosto de 2014

When The World Was Flat


a cura di Massimiliano Fabbri

dal 5 al 28 settembre
inaugurazione giovedì 4 settembre 2014

When the World Was Flat propone una serie di scenari, perlopiù di piccole dimensioni, collage in bilico fra disegno, pittura o illustrazione, dal significato ambiguo, carichi di humor e nostalgia, legati al gioco e al disegno infantile, alla sua totale assenza di prospettiva, all’innocenza perduta davanti ai videogames, quelli anni ‘80, quando ancora erano rozzi e piatti, dai colori accesi e i contorni netti, platform. 

miércoles, 29 de enero de 2014

Invera



INVERA

A cura di Massimiliano Fabbri

Dal 2 al 23 Febbraio 2014
Inaugurazione domenica 2 febbraio 2014


Antonella Piroli / Giovanni Lanzoni / Giuliano Guatta

Questa mostra, che apre il 2014 del Museo Civico Luigi Varoli di Cotignola, offre un approfondimento su due artisti che hanno partecipato all'ultimo episodio di Selvatico E bianca. Una parola diversa per dire latte, ramificato percorso espositivo che si è articolato su 6 musei della Bassa Romagna creando una vera e propria mappa che ha coinvolto 67 artisti visivi, 6 musicisti e 1 cuoco, realizzando un libro di 216 pagine in cui figurano 17 testi critici e riflessioni su e intorno al bianco, e poi un convegno, 3 laboratori per bambini, visite guidate, 2 piccoli tour in corriera...Giuliano Guatta e Giovanni Lanzoni sono due autori che con la particolarità del loro lavoro ci avevano catturato e conquistato, e che avevamo voglia di vedere ancora e meglio attraverso una mostra che rappresentasse un focus specifico sulla loro produzione, e che mettesse pure a confronto, al tempo stesso, due pratiche così vicine e così lontane, il disegno e il collage, tra i linguaggi più vitali dell'arte contemporanea, e che costituiscono, non a caso, la spina dorsale della loro ricerca: il disegno per Guatta, il collage per Lanzoni.A questo dialogo si aggiungono poi i disegni di Antonella Piroli, che espone per la prima volta a Cotignola le sue carte disseminandole lungo il percorso espositivo delle collezioni, a voler ribadire ancora una volta la necessità di nuovi sguardi e occupazioni temporanee del museo, una specie di casa dove le memorie si stratificano e accumulano inseguendo e aprendosi ad altri echi e fantasmi.


miércoles, 9 de octubre de 2013

KomikazenFestival!



A cura di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini
Dal 12 al 27 ottobre 2013
Inaugurazione sabato 12 ottobre ore 18 alla presenza degli autori
MAR Museo d'arte della città – Ravenna Via di Roma n. 13

Sabato 12 ottobre ore 18 performance collettiva e inaugurazione

La crisi politica, istituzionale ed economica non ha cambiato il nostro interesse, ma certo ci chiama maggiormente ad agire e non solo a fotografare il reale. Per questo l’edizione del 2013 Komikazen 99% ripren- de indirettamente lo slogan di Occupy Wall Street, che insieme ad altri movimenti nel globo ha reso evidente la nudità internazionale del “re”. Vogliamo creare un’azione collettiva, che si ispira indirettamente all’attivismo ar- tistico di Ai Weiwei, che mostri non solo un concetto (noi siamo il 99%), ma anche la maturità del fumetto come forma di espressione artistica e politica.